Nel Viaggio...

Dalla Chiesa Nuova alla Basilica di S. Pietro

Avvertimenti

Dati da S. Filippo Neri per fare con frutto la visita delle Sette Chiese

Prima di mettersi in via per far questo santo Pellegrinaggio, ciascuno dei Fratelli deve alzare la mente a Dio, offrendogli la sincerità del suo cuore, con proposito di volere la sola gloria di sua divina Maestà in tutte le azioni, e specialmente in questa, ed avrà intenzione di lucrare le sante Indulgenze e di pregare:

  1. per la penitenza dei peccati
  2. per l’emendazione della presente tiepidità e negligenza, ed altri difetti nel servizio di sua divina Maestà
  3. per rendimento di grazie del sommo benefizio di averci cavato da tante miserie e peccati
  4. per la Santità di N.S. e per la S. Chiesa
  5. per tutti i Prelati e Principi cristiani
  6. per la Congregazione dell’Oratorio (o pia Associazione a cui appartiene), e per tutti gli ordini religiosi
  7. per i peccatori che ancor giacciono nelle tenebre della mala vita
  8. per la conversione degli eretici, scismatici ed infedeli
  9. per le anime sante del Purgatorio

 

Avvertano tutti che nel tempo libero potrà ognuno attendere alle sue preghiere e divozioni private, ma quando la comitiva prega o canta dovrà unirsi ad essa.

Si esortano tutti ad essere osservanti degli ordini che loro saranno dati, ed obbedire in tutte le cose a quelli che avranno cura, e soprintendenza di questa santa peregrinazione.

2

Già viene il Gran Signore (A. Sparagna)

Spartiti

Testo

Già viene il Gran Signore
su gimo a rincontrallo
con suono canto e ballo
et giubilante core.
Ciascun per se vedrallo
secondo ch’egli è tale
secondo che l’occhiale
ha rosso verde o giallo.
Dunque ciscun procuri
tener purgato il petto
d’ogni mortale affetto
per aver gli occhi puri.

3

... in cammino verso Castel Sant'Angelo

4

Testi orazione

Si considererà:
Il viaggio di Nostro Signore con gli Apostoli dal Cenacolo all’Orto, e la prima effusione di Sangue nella  circoncisione.

Si domanderà:
La virtù dell’Astinenza contro il vizio della Gola, ed il dono del Santo Timor di Dio.

Orazione
Signor mio Gesù Cristo,
vi adoro e vi ringrazio,
per tanti dolorosi viaggi,
che faceste per la mia salute,
essendo condotto da un giudice all’altro
con tanto stento, vergogna e confusione.
Vi ringrazio primieramente per quel viaggio,
che faceste insieme con gli Apostoli,
dal Cenacolo all’Orto per la mia salute,
e per quel prezioso Sangue, che spargeste,
essendo ancor Bambino, nella Sacra Circoncisione.
Vi supplico, che mi concediate la virtù dell’Astinenza,
e il dono del vostro santo Timore.
Amen.

6

... in cammino verso S. Pietro

7

Esame di coscienza

8
Il viaggio prosegue...

Dalla Basilica di S. Pietro fino alla Basilica di S. Paolo